PONDEROSA FULL VIBE FESTIVAL 2011 – report by More Vibes


Ponderosa Full Vibe Festival

In una delle location più belle in cui sia mai stato, il Ponderosa Club di Castelseprio si è tenuto il festival organizzato da Powa Flowa Sound System, il Ponderosa Full Vibe. Il festival si è svolto dal 22 al 24 luglio anche se purtroppo per problemi logistici ci siamo persi l’ultimo giorno, quello dedicato alla musica Hip-Hop, ma siamo pronti a raccontarvi le due splendide serate in cui gli headliner sono stati General Levy e i Ward 21. Insolitamente parto dai ringraziamenti, al Ponderosa Club e alla sua bellissima e gentilissima proprietaria, a Powa Flowa, soprattutto nella persona di Ave e a Urban Roots Sound System per le innumerevoli birre.

VENERDI’ 22 LUGLIO 2011 – GENERAL LEVY – JAHTARI  & SOLO BANTON – SOULJAH REBEL CREW – URBAN ROOTS SOUND SYSTEM
 

Venerdì 22 luglio è la prima giornata del Ponderosa Full Vibe e dopo un bel tour del locale e delle sue area accompagnati dal buon Ave è il momento di piazzarsi davanti al palco. Ad accoglierci Urban Roots Sound System, The Rozzangeles Sound. Sempre di ottima scelta la selecta di Loris e Angelo, super cultori di musica a 360°. Dopo la bella selezione new roots di Urban Roots è il momento di un altro sound della zona particolarmente conosciuto, SoulJah Rebel Crew. Cool Na Man, Santo, Fyah Paul e Vegga Lion iniziano a far dondolare la massive che piano piano crescerà fino a riempire tutta l’area concerti. Selezione Roots e Dancehall per SoulJah, sempre da apprezzare per impegno e passione, con un bel warm up prima degli artisti più attesi JahTari e Solo Banton e in seguito “Mr. Incredible” General Levy. Prima però console a Powa Flowa, tutti i dj si alternano dietro i controlli e Mic a Grime Vice, Mc anche di DiSaronno Sound. La massive è abbastanza calda, JahTari e Solo Banton si preparano, è il loro momento.

JahTari con il suo “Dub Digitale” è micidiale, lui che usa solo un controller per la PlayStation e un pc.  Il dj dell’etichetta tedesca ci ha regalato a tutti i fans del dub davvero delle ottime vibrazioni. A dividere lo stage con il beat maker di Lipsia c’è Solo Banton, che nonstante sia un veterano della scena oramai ha da poco pubblicato il suo primo disco:”Walk like Rasta”. Il sinjay inglese ha un deejaying style davvero grande, uno stile personalissimo, potentissimo che però ogni tanto secondo me stona un pò con le basi di JahTari, ma non che sia un demerito di uno o dell’altro, ma in alcune situazioni cantato e basi sembrano prendere strade differenti. Comunque Solo Banton si dimostra davvero un ottimo singer, “Old Time Something”, “Walk like Rasta” e “No” le tunes meglio riuscite. L’ultima mezzora di show ci vede insieme ad Urban Roots a scrutare da dietro lo stage le tecniche affascinanti di JahTari ed alle sue accrobazie con il joypad, spettacolo.

Finito lo show di JahTari e Solo Banton la massive aspetta solo “Mr. Incredibile”, pronta per scatenarsi alla prima rima. Nel frattempo ancora Powa Flowa ai controlli, con una selezione davvero interessante. Tutto è pronto on the stage e compare lui, General Levy e come si sentiva nell’aria è un esplosione di fischi, urla e applausi. Il sinjay from U.K. come è noto non è uno che si risparmia e da subito scarica le sue tunes ragga e jungle con la solita intensità che lo contradisstingue.

“Shake”, “Bomboclat”, “Choo Choo Train”, la massive è in delirio. Il ragazzo della sicurezza oramai cerca di tener in piedi la transenna in ogni modo ma il Ponderosa Club è pieno e la gente è in superpresa bene. Il velocissimo sinjay è davvero un animale da palco, grandissimi forward per lui. Ai controlli sempre Powa Flowa che non li abbandonerà fino a mattino, come ogni buon sound resident che si rispetti. Putiferio vero nel momento in cui “Mr.Incredible” con le sue veloccissime rime intona “Professional Ganja Smoker” e “Jungle is Massive” e appunto “Incredible”, da paura. L’esibizione si chiude con General Levy e Solo Banton assieme sul palco per una ventina di minuti ad ammaliare la folla con le loro rime e i loro speech, una bella session improvvisata. Davvero una grande serata che si protrarrà come detto fino a mattina con Powa Flowa ai controlli fino alle 5 del mattino.

SABATO 23 LUGLIO 2011 – RISING HOPE SOUND SYSTEM – IRIE ITIES & ILEMENTS – ALEVANILLE – WARD 21

Ad aprire la seconda serata del Ponderosa Full Vibe ci sono Rising Hope Sound System, un sound che oramai da molti anni gira per lo più nel nord Italia ed in Lombardia, tra clash e dancehall nights. Il sound Lariano inizia a fomentare la massive che pian piano cresce a colpi di mad tunes, le persone in transenna già sono su di giri. Dopo il warm up di Rising Hope è il momento di Irie Ities, celebre sound francese new roots. Ad accompagnare il dj di Le Mans c’è il sinjay Ilements, che all’inizio dell’anno abbiamo visto ospite anche ad una Reggae Radio Station Night in quel del Bloom di Mezzago.  Il cantante proveniente dalle isole Sant Martin viene accolto in maniera un pò freddina dalla massive, anche se ritengo invece che sia un ottimo artista Roots “n” Culture. Eseguendo principalmente le tunes provenienti dal suo album uscito a fine dicembre 2010 “Rastafari Lives”, Ilements ci regala uno show davvero ricco di emozioni e testi conscious, peccato che la massive non stia nella pelle per l’esibizione dei Ward 21 e sembra ancora un pò distratta.

 

Dopo Ilements ed Irie Ities, davvero gran selecter, è il momento della Queen con cui tutti vorrebbero ballare, la Gyal più conturbante d’Italia, Miss Alevanille direttamente da Roma. Davvero un bellissimo spettacolo condito dai bellissimi Dubplate che accompagnano l’esibizione di Alevanille e le sue gyal. Maschietti e femminuccie indistintamente guardano ammirati lo spettacolo della dancehall queen più famosa d’Italia.

Dopo Alevanille un pò di tunes per Powa Flowa ed ecco il momento più atteso dai massicci che hanno raggiunto questa bellissima location immersa nella natura, lo show dei Ward 21 from Jamaica. I tre ragazzi sono una furia e dalle prime liriche sì capisce che sarà uno show di fuoco. Un pò Grime Vice, un pò Ave e un pò loro stessi ai riddim e mille vibrazioni sulla massive. Pubblico in delirio al momento delle tunes più famose dei Ward 21, “Ganja Smoke”, “Dis badman”, “Da Pum” e “Gangster School”. L’esibizione è grandiosa nonostante un pò di problemi tecnici con i volumi, dei grandissimi entertainers.

Lezione di deejaying style dai Ward 21, massive sudata e felice. Finito lo show la serata però deve ancora dare molto, con dancehall fino al mattino per i ballerini instancabili insieme a Powa Flowa che ha davvero organizzato un bellissimo festival.
Alla prossima. Di seguito la consueta slideshow con le foto delle due serate.

http://www.flickr.com/photos/morevibes/sets/72157627275614858/show/

 

 

Annunci

Commenti:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...