Stephen Marley @ Carroponte – Sesto S. Giovanni – (Mi) – 11/07/2012


Mercoledì 11 Luglio è stata una data importante per i reggae fanatics milanesi, in città è arrivato il secondo figlio di Robert Nesta Marley, Mr. Stephen Marley. Membro dei Melody Makers, la band di Ziggy Marley, dopo essersi concesso la sua seconda scappatella musicale con “The revelation PT.1” sta affrontando un tour europeo proprio per promuovere questo lavoro. Noi ci occupiamo di reggae italiano ma per occasioni del genere direi che è piacevole fare uno strappo alla regola.  Poco prima che Stephen salga sul palco la massive è abbastanza nutrita e ansiosa di sentire quest’uomo dal cognome ingombrante. Marley e la sua band iniziano lo show tranquilli tranquilli, con uno Stephen sempre pronto a ricordare di suonare “Easy” ai suoi compagni di palco.

L’atmosfera è fantastica, la voce di Stephen si staglia per il Carroponte, con quella “rochezza” tipica dei Marley ed in alcuni momenti sembra quasi di sentire Bob, per assurdo quando il figlio canta pezzi suoi e non cover del babbo, per altro tutte fantasticamente eseguite: ” Jammin’ ” , “Buffalo Soldier”  e “Three Little Birds”  sono splendide. La band è davvero in palla e le coriste, anche coreograficamente, sono un ottima spalla per Stephen.

“No smoking cigarettes  in my room” è davvero mistica, trascinante. L’atmosfera si surriscalda quando ad apparire sul palco è Jo Mersa a.k.a. Joseph Marley, il figlio di Stephen. Buon sangue non mente, il ragazzino è un treno e la sua “Bad so” è davvero una big dancehall chune. Da quì è tutto un crescendo, Jo Mersa rimane sul palco a fare da spalla a Papà e in sequenza “Traffic Jam”, l’omaggio al fratello Damian sullo Shoot Out riddim e “Jah Army” creano un fomento pazzesco, davvero il momento più bello del concerto. Non manca un pensiero per l’amico Buju Banton e ovviamente per papà Bob.

“Redemption Song” è cantata a squarciagola da tutta la massive e una One Love appena accennata decreta la fine delle due ore di live di Stephen Marley. Concerto davvero emozionante, bello. L’atmosfera, la situazione, oltre alla musica in se hanno fatto si che per due ore sopra il Carroponte si sia creata una nuvola di misticismo e spiritualità che ha messo tutti nel mood giusto per affrontare la serata. Finito il concerto la festa è continuata con Jeebo di I-Tal Sound in consolle accompagnato da Carlo Zerbi outta Northern Lights/S.Francisco Burning per una bella danz a cielo aperto.

Un ringraziamento speciale va a Laura Ciraudo e allo staff del Live Club. Di seguito trovate il link alla slideshow di foto scattate da Steve More Vibes.

http://www.flickr.com/photos/morevibes/sets/72157630542327662/show/

 

Annunci

Commenti:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...