Milano Reggae Stories – La Storia di I-TAL SOUND – (tratto da LaRaggaFanza n°2)


ital 1

Nel secondo numero della Raggafanza, fanzine stampata a Milano, progetto di cui anche More Vibes fa parte, è apparso il primo appuntamento con la rubrica Milano Reggae Stories, rubrica curata dal sottoscritto Fede More Vibes, dedicata alle realtà milanesi che hanno fatto la storia della reggae/dancehall music in città. Come prima realtà da prendere in esame ho pensato ad una crew che da tanti anni è l’anima della Milano in levare, che da più di un decennio spinge, promuove e diffonde le splendide vibrazioni di cui tutti siamo amanti. Ho pensato ad una cosa chiamata I-TAL SOUND.

I-Tal Sound nasce nel 1999 dall’incontro tra Red China (Red China Sound System) e Ray (selecter di oldies e ska dal 1990). Ai due, poco dopo, si unisce Dvd. La promozione di reggae music inizia al deposito Bulk (c.s.o.a. di Milano) e continua al Cantiere, ospitando i più importanti sound italiani come: One Love Hi Powa, Bass fi Mass, I-Schence, Vito War, Villa Ada Posse e molti altri. Da ricordare ovviamente le prime collaborazioni internazionali di I-Tal, che all’inizio degli anni 2000 porta in città Cecile e Prince Alla from Jamaica, PowPow Movement dalla Germania, David Rodigan e Channel One dall’Inghilterra. Red China e Ray proprio in quel periodo conducono su Radio Onda d’urto il programma radiofonico “Greetings”, ovviamente tutto a tinte giallorossoverdi. Celebre fu il clash radiofonico (unico fino ad ora in Italia) con Vito War sulle frequenze di Radio Popolare Network. Dal 2003 I-Tal Sound migra sulle frequenze di Radio Milano Uno per condurre un programma giornaliero in diretta. Qui incontrano Jeebo, selecter di Milano, che presto entrerà a far parte del sound. Nello stesso anno le strade di I-Tal e del Cantiere si dividono ma la promozione del sound continua: si iniziano ad organizzare live show di artisti del calibro di Anthony B, Junior Kelly, Capleton, Buju Banton, Max Romeo, Justin Hinds, Skatalites, Morgan Heritage, Wayne Wonder, Gentleman, Bushman, Warrior King e tanti altri, in locali come Rainbow Club, Rolling Stone, Live Club. Memorabili ovviamente anche le dancehall organizzate da I-Tal come quelle di David Rodigan con Cutty Ranks al Centro Sociale O.R.S.O., Massive B con Burro Banton all’Aquatica di Milano (storica davvero: 1500 persone in una situazione fantastica), PowPow Movement con Gentleman al Q Club. Il passo successivo di I-Tal è quello di trasferirsi all’Acqua Potabile.

ital 2

I venerdì dell’H2o diventano appuntamento fisso per la reggae massive, notevole è l’interesse dei media verso I-Tal Sound e l’intero fenomeno dancehall in Lombardia. Il sound milanese ha il merito di focalizzare l’attenzione di appassionati e neofiti, numerosi saranno gli articoli di giornale con ampio spazio dedicato agli eventi e all’attività svolta dal sound. All’Acqua Potabile I-Tal Sound propone gli show dei più rappresentativi sound system internazionali come: Mighty Crown, Matterhorn, Killamanjaro, Sentinel e molti altri. Nel 2006, per una manciata di mesi, China, Jeebo e Ray organizzano serate al Rolling Stone di Milano. Celebre la serata di chiusura del locale con ospiti i Sud Sound System, sold out! Da febbraio 2007 il sound milanese trasferisce le sue serate del venerdì al Rainbow Club, storico locale di via Forze Armate, organizzando nel successivo anno e mezzo tantissimi reggae eventi. I più significativi rimangono lo showcase di Alborosie, all’epoca artista emergente, e una pazzesca dancehall di Sir. David Rodigan. Sempre nel 2007 I-Tal Sound, con la collaborazione del Live Club di Trezzo sull’Adda, porta a Milano i cantanti più famosi del panorama reggae mondiale come: Capleton, Elephant Man, Beenie Man, Sizzla, T.O.K. e dj del calibro di Bass Odyssey. Un’altra indimenticabile serata di I-Tal è quella, organizzata al circolo Arci Bitte, per il 30esimo anniversario di carriera di Rodigan che ospita per l’occasione la voce di Bitty McLean, uno dei migliori reggae, soul singers d’Inghilterra, registrando il tutto esaurito. Altro successo il concerto di Bounty Killer, attesissimo da un decennio in Italia. La stagione 2008-2009, decima consecutiva per I-Tal Sound, incomincia nella nuova location del Blanco Cafè con ospiti internazionali come Refugees All Stars, il sound di Wycleaf Jean, componente dei Fugees. Per i live si va avanti a Trezzo, Anthony B ad ottobre e il ”profeta” Capleton a novembre. L’evento clou del 2009 è il party celebrativo dei dieci anni di I-Tal Sound, svoltosi l’8 maggio sempre al Live. Un successo incredibile: più di 2.000 persone hanno ballato e festeggiato insieme ad artisti del calibro dell’amico Rodigan, di Don Rico dei Sud Sound System, di Papa Leu e Rankin Lele, di Supersonic, di Sentinel, di Villada, di Heavy Hammer e di tantissimi altri. Uno dei party più grossi che il reggae milanese abbia mai visto.

ital 3

Sull’onda dei festeggiamenti per i dieci anni I-Tal, a Luglio 2009, è ospite d’onore della tenda dancehall del festival più grande d’europa, il nostro Rototom Sunsplash. La stagione 2009-2010 si riapre con le dancehall milanesi ed i concerti al Live di Trezzo. Il rapporto con il locale ai margini della provincia milanese si interromperà solo nel 2012, dopo aver portato su quel palco nei tre anni precedenti artisti come Lee Scratch Perry, Israel Vibration, Sud Sound System, Beenie Man, Bounty Killer, Alborosie, Brusco, Tarrus Riley e molti altri. Da annoverare tra le tante iniziative entrate nella storia del reggae milanese è l’Hot Shots, super reunion dei sound e canterini della città e oltre, tenutosi per anni al Parco Lambro e riproposto negli ultimi due anni con un grande succeso. Attualmente I-Tal Sound, dopo 14 anni di onorata carriera, con Red China e Jeebo, continua a infiammare la Milano massive in qualsiasi posto ci sia bisogno di promuovere good reggae/dancehall music.

Annunci

Commenti:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...