“International Business” , il primo album di Kg Man. Recensione a cura di More Vibes


1530419_10202189341354027_2109541165_n

E’ uscito il primo disco ufficiale di Kg Man, dal titolo “International Business”. Come testimonia il nome dato a questo lavoro, i partner e le collaborazioni nell’album sono davvero sparse nel mondo. La produzione artistica è affidata al producer che sempre abbiamo visto al fianco di Kg Man, ovvero Ciro PrinceVibe. L’album è stato registrato, composto e realizzato al Boomker Studio di Firenze, quartier generale di PrinceVibe, e ha visto la collaborazione di musicisti d’eccellenza della scena reggae toscana quali Toni Moretto, AleDub, Mr. Maggio e Bosketto. Molti dei bassi del disco sono invece stati registrati da Paolo Baldini all‘Alambic Conspiracy Studio. I brani “Rev up the engine” e “Here & Now”, che vedono rispettivamente la collaborazione di Sizzla e Luciano, sono prodotti da MoreLove Music, nuovo team di produzioni di casa nostra.

La distribuzione digitale è affidata invece alla neonata Germaica Italia, nuovo ramo dell’importante label tedesca Germaica. “International Business” dimostra la maturità raggiunta da Kg Man come artista, a suo agio su praticamente tutti gli stili, dal roots alla dancehall, e pure sulla sorprendente tune acustica “Positive Music”. Il singolo di lancio è stato Reggae to di World, che vanta la collaborazione di Raphael, di cui vi abbiamo parlato pochi giorni fa. A proposito una menzione meritano sicuramente le collaborazioni artistiche di questo disco: l’energica “Forward” in combo con Boomdabash, la dancehall tune “Rev up the Engine” con Sizzla Kalonji, “Here & Now” con “The Messenjah” Luciano e Informers alongside Mellow Mood, che è stato il primo singolo uscito a febbraio 2013, tutte big tunes.

Ottimi capitoli di “International Business” sono anche “Money me a pree”, “Life Hard”, “The Skills”, “Soundbwoy a go dead”, “Stop Chat” e “Sound down Babylon”, dove Kg Man dimostra, senza il Quartiere Coffee alle spalle, uguale padronanza da solista inna roots style. L’amore dell’artista per la dancehall music però è testimoniato dall’estiva “Whine pon it” e dalla bad tune “Dem a Fraud”. “International Business” non tradisce le aspettative, testimonia la consacrazione di Kg Man tra i top singer italiani e candida la sua musica a valicare i confini nazionali. Consigliato!!!

KG COVER

Annunci

Un pensiero su ““International Business” , il primo album di Kg Man. Recensione a cura di More Vibes

Commenti:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...