Road To Mortal Kombat 2016: Quadraro Massive da Roma


12540816_928798097231214_7349715149932595389_n

Quest’anno la data sarà quella del 2 aprile e nell’arena dell’Amigdala Theatre di Trezzo sull’Adda si sfideranno questi 7 sound:

– BLACK SOUL (Roma)
– CALABASH (Milano)
– IKNO (Cagliari)
– INTO THE GROOVE (Varese)
– PIPELINE (Brescia, campione in carica)
– PROSPER (Gambia)
– QUADRARO MASSIVE (Roma)    

FB Event: https://www.facebook.com/events/428452427347311/

12645096_942407282536962_1174414440590792388_n

Ogni settimana fino all’inizio del clash vi presenteremo un sound tra quelli che ambiscono alla coppa del Mortal Kombat grazie ad una breve intervista e ad un video promo.
Oggi è il turno di Quadraro Massive da Roma.

 

Raccontateci in poche parole il vostro sound.

Quadraro Massive nasce spontaneamente da dancehall pirata già dal 2005, organizzate nel quartiere di provenienza di tutti i componenti della crew e sul litorale romano, fino alla evoluzione più classica del Sound System Reggae, con l’autocostruzione di un proprio impianto Hi-Fi che attualmente conta 7 Kw di potenza e che è ancora in via di sviluppo. QM è pubblicamente attiva da circa 6 anni, ha collaborato con: One Love Hi Powa, Raina, Villa Ada Posse, Gioman & Killacat, Gappy Ranks, Java Nuclear, Christopher Ellis, Allan Brando, Reddman UK, Heavy Hammer, Mr. Williamz, Attila e Mighty Cez, LionD, Sicily Rebellious, Charlie Black , City Lock, Tippa Irie, Ice One, Ward21, Mighty Crown, Heavy Hammer, Exco Levi, Omi, Delly Ranks, partecipa da anni alla Million Marijuana March. Per due anni impegnati nella serata a tema reggae/hip hop dal nome Bad a yard – The Hottest Night Inna Roma.

Quale sfumatura di questa musica plurisfaccettata che è il reggae preferite suonare? Con quale supporto? Perché?

Essendo una crew numerosa copriamo con entusiasmo tutto il ventaglio delle possibilità che offre, dal roots al new roots, dalle dancing tune allo stile piu’ gangsta convinti che il reggae sia fantastico proprio per la sua caratteristica di sopravvivere alle ere perché plasmato sulle vite di chi lo alimenta. Lo stesso vale per i supporti, dal fruibile formato digitale leggero e universale, al  vinile più impegnativo da tutti i punti di vista ma coperto di una sacralità che ne giustifica l’utilizzo e lo tiene al di sopra di ogni giudizio.

Cosa rappresenta per voi un soundclash?

Per noi un soundclash è l’opportunità di mettere in mostra le migliori skills di un sound, nonché il nostro sport preferito.

Perchè avete deciso di partecipare al Mortal Kombat Soundclash?

Abbiamo deciso di partecipare perche’ siamo rimasti colpiti dall’organizzazione e dallo show delle altre edizioni del mortal kombat ed un clash non si rifiuta mai, perché è ciò che ha sempre stimolato i soundsystem e gli artisti a dare il meglio, scavando nella tradizione o nell’originalità di un colpo di genio, dandosi battaglia fino all’ultimo tune.

Qual’è il sound iscritto che “temete” di più?

Perchè temere qualcuno?  

Advertisements